Consigli Per Mamme

Come la musica influisce sul cervello del tuo bambino.

La musica può svolgere un ruolo importante nella crescita del tuo bambino, anche prima della nascita. Esporre tuo figlio alla musica attiva tutte le aree dello sviluppo del bambino e farlo presto può aiutare a garantire che il tuo bambino cresca sano. Sapevi che una ninna nanna renderà il tuo bambino più calmo perché rallenta il suo cuore? La musica è la cosa più importante nella nostra vita. Il tuo bambino riceve abbastanza musica? Abbiamo riportato un articolo dell’ esperto di musica Dr. Ibrahim Baltagi per scoprire come la musica aiuta a sviluppare il cervello di un bambino e da dove provengono le ninne nanne.

Sapevi che una ninna nanna renderà il tuo bambino più calmo perché rallenta il suo cuore? È dimostrato che la musica ha un ruolo fondamentale nello sviluppo del cervello prima della nascita.

“Che effetto ha la musica sui bambini nel grembo materno?” Marcello Di Palma

Ascoltare musica durante la gravidanza non solo avrà un effetto calmante ed edificante sulla donna incinta, ma avrà anche un’influenza positiva sul nascituro. Intorno alle 16─18 settimane di gravidanza, il piccolo sente il suo primissimo suono. Entro 24 settimane, le piccole orecchie iniziano a svilupparsi rapidamente e i bambini hanno dimostrato di girare la testa in risposta a voci e rumori, negli ultimi mesi di gravidanza, un nascituro può riconoscere la voce di sua madre, la sua voce e i modelli di parole e rime.

“Che musica dovrebbe ascoltare una madre incinta?” 

Nel terzo trimestre, il bambino sarà sicuramente in grado di ascoltare sia musica che suoni, musica classica, suoni delicati come ninne nanne, belle melodie che ispirano felicità, sono ideali per rilassare il piccolo.

“In che modo la musica può aiutare a sviluppare il cervello di un bambino?”

La musica attiva tutte le aree dello sviluppo del bambino e le abilità per la prontezza scolastica, in particolare le aree dell’acquisizione del linguaggio e delle capacità di lettura. Imparare a suonare uno strumento musicale può migliorare l’apprendimento matematico e persino aumentare i punteggi scolastici.

“Come puoi usare la musica per calmare il tuo bambino e aiutarlo a dormire?”

E’ gradita alla routine del sonno del bambino, una melodia, una musica o una canzone familiare, diventa come una sessione di musicoterapia. La musica lenta, morbida e ripetitiva rallenterà effettivamente il battito cardiaco e consentirà una respirazione più calma e profonda.

Non sottovalutare il potere della voce della madre, del padre o di qualsiasi assistente mentre canti. La sua voce è familiare e il tono è calmante.

“Da dove vengono le ninne nanne?”

Si pensa che la “ninna nanna” derivi dai suoni “nanà” o “nunù” emessi dalle madri o dalle infermiere per calmare i bambini.

“Ciao” è un altro suono cullante, o un termine per dire “buonanotte”. Una ninna nanna, o cosiddetta canzone della culla, ha una storia per far addormentare neonati e bambini piccoli. Le ninne nanne si trovano in ogni cultura e sono cantate in ogni lingua. La ninna nanna di Brahms è forse la più conosciuta e facilmente riconoscibile tra le canzoni della culla.

“Quali sono i migliori strumenti musicali per i più piccoli?”

Ci sono molti modi gratuiti in cui puoi creare musica con tuo figlio. Le corde vocali, per esempio, sono gli unici strumenti musicali innati che si creano in un essere umano. Ci sono altri strumenti che possiamo usare, che sono percussioni come il battito delle mani, schioccare le dita, battere i piedi e dare pacche sulle cosce. Inoltre, ci sono un sacco di oggetti a casa tua, se prendi un cucchiaio di legno e lo suoni su una pentola, puoi vedere tuo figlio giocarci. I migliori strumenti musicali che puoi acquistare per i tuoi bambini includono tamburi giocattolo, agitatori o sonagli, glockenspiel, xilofoni, maracas.

“La musica può aiutare tuo figlio a socializzare?”

La musica in tenera età aiuta i bambini a esprimersi e condividere sentimenti. Anche in tenera età possono oscillare, rimbalzare, muovere le mani in risposta alla musica che ascoltano. Possono persino inventare le proprie canzoni. Imparano a ridere, a ripetere le parole e questo li incoraggia a usare queste parole e a memorizzarle. Abbiamo appreso diversi meccanismi attraverso i quali la musica influisce sulla nostra capacità di connetterci gli uni con gli altri influenzando i circuiti cerebrali coinvolti nell’empatia, nella fiducia e nella cooperazione, forse spiegando come sia sopravvissuta in ogni cultura del mondo.

La musica è presente nelle nostre vite, in tanti aspetti. A casa, la musica può diventare parte delle nostre esperienze quotidiane.

Dalla nascita, i genitori usano la musica per calmare i bambini, per esprimere il loro amore, la loro gioia e per coinvolgerli e interagire.

I genitori possono imparare e farne tesoro di come la musica può influenzare lo sviluppo del bambino, migliorare le abilità sociali e coinvolgere bambini di tutte le età.

Il mio consiglio è di iniziare la musica con i tuoi figli il prima possibile.

 

 

Quale strumento musicale per bambini?

Nell’infinità di strumenti musicali è abbastanza difficile scegliere lo strumento musicale giusto per te e se si tratta di bambini o persone alle prime armi, la cosa diventa ancora più complicata. Esistono però alcuni strumenti che sono più raccomandati di altri per muovere i primi passi nel mondo della musica.

  • Violino

Il violino è uno strumento musicale che si può imparare a suonare già dai tre anni d’età. Basta solo scegliere la grandezza giusta misurando la lunghezza del braccio del bambino o della persona alle prime armi che vuole imparare. Nonostante il violino produca un suono meraviglioso, ci vogliono però diversi anni di studio prima di riuscire a perfezionare tecnicamente il suono.

  • Clarinetto e Flauto

Questi due strumenti musicali sono molto semplici da imparare, piccoli e portatili. Ecco perché vengono utilizzati molto spesso nelle ore di musica a scuola. Inoltre, avendo prezzi relativamente bassi, sono abbastanza accessibili a chiunque. Molto spesso poi questi possono anche essere utilizzati in gruppo o nelle orchestre.

  • Batteria

La batteria, nonostante sia uno strumento che occupa diverso spazio e abbastanza rumoroso, insegna in realtà al bambino la coordinazione. Il ritmo poi è l’elemento principale di questo strumento e insegna al principiante a costruire la musica proprio intorno a questo aspetto. Esistono oggi poi alcune batterie elettroniche che offrono la possibilità di ascoltare ciò che si suona tramite le cuffie.

  • Piano

Il piano tradizionale è uno strumento che occupa molto spazio e, soprattutto, costoso. Esistono però alcune alternative come tastiere e piani digitali che, nonostante siano strumenti abbastanza difficili da imparare, offrono un divertimento proporzionale al tempo che il bambino usa per imparare. Il piano inoltre è uno strumento musicale che sta alla base di diversa musica poiché offre la possibilità di lavorare su tutti gli elementi: armonia, melodia, ritmo e dinamica.

Ovviamente questi sono solo consigli e spetta al bambino l’ultima decisione su quale sia lo strumento musicale giusto per la sua persona. I genitori potranno però sempre essere li a spronarli a dare il meglio e incoraggiarli nei momenti di sconforto.

Consulta altri articoli. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Menu principale